Skip to main navigation

BioInItaly Report 2012 - Confronto internazionale - EY - Italia

BioInItaly Report 2012

Confronto internazionale

  • Share

Analisi finanziamenti da VC ottenuti dalle imprese pure biotech nei principali paesi europei, anni 2010-2011 (Fonte: elaborazioni EY)

Confronto internazionale

L’Italia rappresenta uno dei quattro paesi nei quali si osserva un aumento del numero delle imprese pure biotech.

Il biotech italiano è stato caratterizzato negli ultimi anni da una crescita costante. Tale trend viene confermato dai dati analizzati quest’anno, per il quale si osserva un aumento del numero delle imprese pure biotech.

La crescita del mercato in termini di numero di imprese è sicuramente riconducibile all’aumentato volume dei finanziamenti da Venture Capital (VC), una delle fonti non istituzionali più importanti per settori in forte espansione quale quello delle biotecnologie, anche in considerazione del ruolo fondamentale che questi investitori di Private Equity (PE) svolgono nel consolidare l’innovazione innuove iniziative imprenditoriali.

L’Italia ha visto aumentare notevolmente i finanziamenti da VC, passando da € 9 milioni nel 2010 a € 20 milioni nel 2011 .

Analisi finanziamenti da VC ottenuti dalle imprese pure biotech nei principali paesi europei, anni 2010-2011 (Fonte: elaborazioni EY)

Un’altra forma di finanziamento molto importante per le aziende pure biotech è legata alla possibilità di stabilire alleanze strategiche con altre imprese del settore.

La confronta i valori complessivi degli accordi di alleanza strategica raggiunti dalle pure biotech europee - rispettivamente, con aziende pure, aziende farmaceutiche, e altre biotech - per gli anni 2009, 2010 e 2011. Quello che ne emerge è che nel 2011 il valore complessivo di tali accordi èdiminuito, portandosi al di sotto del dato 2009. Il trend europeo trova riscontro anche nella realtà delle pure biotech italiane, così come confermato dall’analisi dei questionari raccolti, dai quali si evince che, nell’anno in esame, solo il 15% delle imprese intervistate ha dichiarato di avere stabilito nuove alleanze, anche se il 39% delle aziende considera tale possibilità come molto probabile per il futuro.

Valori delle alleanze nell’industria biotech in Europa.Valori in milioni di Euro (Fonte: elaborazioni EY)

A livello europeo resta inoltre attuale l’attività di M&A anche se con una flessione, in termini di valore complessivo degli accordi, rispetto al 2010. Tuttavia, analizzando il dato, è possibile rilevare un trend decisamente crescente del valore complessivo degli accordi tra imprese biotech, valore che, nel triennio analizzato, passa da € 842 milioni a € 2.124 milioni.

Studi recenti hanno evidenziato come, nel 2011, il capitale derivante da operazioni di M&A abbia superato quello raccolto da investimenti di VC. Pur trattandosi di un trend ovviamente non sostenibile nel lungo periodo, il dato mette in evidenza lo straordinario valore delle operazioni di M&A finalizzate in ambito biotech nel 2011.



<< Indietro

Content



Back to top