Comunicato stampa

  • Share

 

 

Le IPO mantengono lo slancio nel secondo trimestre nonostante la volatilità del mercato

-       Tornano le IPO derivanti da Private Equity

-       I listini Europei e Statunitensi si riprendono con diverse transazioni da più di 1 miliardo di dollari

Milano, 7 luglio 2010 – Nel secondo trimestre di quest’anno l’attività delle IPO ha mostrato segnali di recupero nonostante le attuali condizioni di mercato, sia in termini di capitali raccolti sia per numero di operazioni. Le quotazioni sono guidate da un forte mercato asiatico così come dall’aumento dei collocamenti in America e Europa. Lo rivelano il report trimestrale Global IPO Update e il report Global IPO trend di EY.

Nel secondo trimestre di quest’anno, 285 IPO a livello globale hanno raccolto 45.6 miliardi di dollari. Negli ultimi sei mesi, si sono quotate un totale di 575 imprese con un valore di 98.2 miliardi di dollari – rispetto alle 134 operazioni, con un valore di 11.8 miliardi di dollari, registrate nella prima metà del 2009.

Gregory K. Ericksen, Global Vice Chair for Strategic Growth Markets di EY ha dichiarato: “Il mercato per le IPO è stato impegnativo soprattutto a causa della volatilità in corso nei mercati azionari globali determinata dalla crisi del debito sovrano. Tuttavia, stiamo assistendo ad un significativo aumento dell’interesse alla quotazione. L’Asia, con le sue enormi opportunità di crescita, continua ad essere leader nella ripresa del mercato dei capitali”.

A livello globale, la più importante IPO di questo trimestre è Samsung Life Insurance Co Ltd, quotata alla borsa coreana nel mese di aprile con un valore di 4.4 miliardi di dollari. Nel secondo trimestre, l’Asia continua a dominare i listini globali, raccogliendo 25.3 miliardi di dollari (pari al 65% del mercato globale) con 153 operazioni, rispetto ai 35.4 miliardi di dollari e alle 172 IPO del precedente trimestre. Se si escludono gli 11 miliardi di dollari di Dai-ichi Life Insurance Co Ltd dell’ultimo trimestre, dal primo al secondo trimestre i valori sono cresciuti marginalmente. Il mercato delle IPO risulta ancora trainato dalla Cina: la crescita del 9% del suo PIL, la sua economia robusta, gli utili societari e l'aumento dei consumi interni favoriscono infatti le quotazioni.

 Le IPO derivanti da Private Equity danno un significativo contributo

Sebbene non comparse nella classifica delle prime 20 IPO di quest’anno, 4 IPO derivanti da PE hanno raccolto capitali per un valore superiore al miliardo di dollari. Le nuove quotate PE-backed includono Amadeus IT Holding SA (quotata a Madrid a 1.9 miliardi di dollari), Kabel Deutschland GmbH e Brenntag Holding GmbH (quotate entrambe alla Borsa Tedesca a un valore di 1 miliardo di dollari ciascuna), e Chr. Hansen Holding A/S (quotata alla borsa di Copenhagen a 825 milioni di dollari).

“Molte delle offerte sono provenienti da settori in crescita, tra questi tecnologia, media and entertainment e healthcare. Le emissioni in questi settori hanno registrato sottoscrizioni dalle 3 alle 5 volte superiori alle previsioni a testimonianza dell’attuale vivacità del mercato”.

Il secondo trimestre vede più quotate Europee e Americane

La Polonia con 16 IPO guida la strada in Europa in termini di numero di quotazioni, raccogliendo 4.1 miliardi di dollari – rispetto ai 42 milioni derivanti dalle 14 quotazioni del primo trimestre di quest’anno. Due delle prime dieci IPO a livello globale sono avvenute in Polonia: Powszechny Zaklad Ubezpieczen SA, quotata nel mese di maggio alla Borsa di Varsavia, ha raccolto 2.7 miliardi di dollari (seconda IPO in termini di importanza del secondo trimestre) mentre Tauron – Polska Energia SA ha raccolto 1.3 miliardi di dollari (sesta IPO più importante). L’economia polacca ha resistito meglio alla recessione rispetto alla maggior parte dei paesi dell’Europa Centrale e dell’Est, facendo registrare una previsione di aumento del PIL pari a 3.5% e di una crescita solida dei consumi privati e pubblici.

Altri importanti mercati che hanno mostrato una rilevante crescita di attività rispetto al trimestre precedente sono: America che ha raccolto 4.7 miliardi di dollari (33 IPO), India 2.8 miliardi di dollari (7 IPO) e Spagna 1.9 miliardi di dollari (3 IPO), che nei primi tre mesi di quest’anno avevano raccolto rispettivamente ai 4.3 miliardi di dollari, ai 1.2 miliardi di dollari e ai 44 milioni di dollari.

Ericksen ha concluso: “l’Europa e gli Sati Uniti sono leggermente migliorati in questo secondo trimestre, in termini di operazioni, numero e dimensioni delle transazioni. Nella prima metà del 2010, l’Europa ha portato circa il 20% del capitale globale raccolto, con quotazioni avvenute principalmente in Polonia, Francia e Spagna. Il Nord America ha contribuito a circa il 16% del capitale raccolto, con 3 IPO rientranti nella classifica delle prime 20 a livello globale”.

IPO per settore

I settori trainanti nella raccolta di capitali sono il settore finanziario, in particolare le compagnie assicurative, con 8.2 miliardi di dollari di capitale raccolto (13 IPO), settore energy & power con 7.9 miliardi di dollari e il settore industriale con 5.7 miliardi di dollari.

Prospettive future

Ericksen conclude: “Nei precedenti sei mesi abbiamo visto qualche segno di miglioramento sulle attività delle IPO, e questo ci fa ben sperare nella crescita del mercato delle IPO nei prossimi due trimestri. Molte aziende stanno aspettando il momento migliore per approdare in Borsa”.

 

EY
 EY è leader mondiale nei servizi professionali di revisione e organizzazione contabile, fiscalità, transaction e advisory. In tutto il mondo le nostre 144.000 persone sono unite da valori condivisi e da un saldo impegno costantemente rivolto alla qualità. Facciamo la differenza aiutando le nostre persone, i nostri clienti e la nostra comunità di riferimento ad esprimere pienamente il proprio potenziale.
“EY” indica l’organizzazione globale di cui fanno parte le Member Firm di Ernst & Young Global Limited, ciascuna delle quali è un’entità legale autonoma. Ernst & Young Global Limited, una “Private Company Limited by Guarantee” di diritto inglese, non presta servizi ai clienti. Per maggiori informazioni visiti il nostro sito www.ey.com.

Questo comunicato stampa è stato rilasciato da EYGM Limited, che appartiene al network di EY e che non fornisce servizi ai clienti.

Per ulteriori informazioni stampa:
Pleon
Pietro Barrile (tel. 06 30260341 - 335.8324752)
Alice Fracassi (tel. 02 006629295)
email: team.ey@pleon.com
Web site: http://www.pleon.com