Comunicato stampa

  • Share

EY: per il 2011, la struttura dei costi e la crescente pressione sui prezzi sono i principali rischi in forte crescita per le multinazionali

- i rischi di mercato ed il crescente ruolo dei governi sono le new entry nel “risk radar” annuale  

- la compliance a leggi e normative si conferma come il maggior rischio

- la crescita della domanda nei mercati emergenti insieme alla partenership tra pubblico e privato sono consideratele più importanti opportunità per il 2011

 

Milano, 08 Febbraio 2011 - La compliance a Leggi e Normative resta il più grande rischio del 2011 per le multinazionali mentre il crescente ruolo dei governi sull’economia entra in classifica nella quinta edizione annuale del Global Business Risk Report di EY, che raccoglie l’opinione di importanti analisti, personalità accademiche ed executive provenienti da diversi settori.

 

I principali cambiamenti rispetto al report del 2010 sono relativi all’efficienza operativa e all’ impatto sulla struttura dei costi, che ha scalato la classifica passando dal sesto al secondo posto e alla pressione sui prezzi, che è salita dal quindicesimo al quinto posto.

 

Alberto Girardi, Partner EY e Risk Leader per la Sub-Area Mediterranea, in merito ai motivi per i quali la pressione sui prezzi è diventata una delle maggiori sfide, commenta: “stiamo assistendo ad un’intensa competizione nel mercato globale, che sembra destinata a crescere. In un momento in cui le aziende si contendono il mercato - nell’ambito di uno scenario di lenta crescita nei paesi sviluppati e di invasione dei mercati emergenti - non sorprende che la pressione sui prezzi sia la voce che ha guadagnato più posizioni e che , per riuscire a fissare prezzi adeguati al mercato, le aziende debbano ottimizzare i costi”.

 

Quest’anno, per la prima volta, il rischio di mercato entra a far parte della classifica. Questo dato sottolinea come diversi rischi aziendali siano stati assorbiti in un'unica categoria di rischio, catalizzando le preoccupazioni di tutta l’Eurozona. Secondo Competing for Growth, uno studio recentemente pubblicato da EY, i mercati sono attualmente più volatili e più vari rispetto al periodo precedente alla crisi finanziaria.

 

L’accesso al credito è sceso dalla posizione numero due del 2010 alla numero sette nel 2011, indicando dunque un miglioramento nelle condizioni di finanziamento alle aziende. Tuttavia le società stanno ancora operando in un contesto caratterizzato da scarso accesso al credito, cercando di conquistare la fiducia degli investitorio e le prospettive sono ancora incerte. La ricerca ha anche identificato l’eccellenza nelle relazioni con gli investitori come una delle prime dieci opportunità per le aziende multinazionali.

 

Alla ricerca di opportunità per il 2011

Considerando i tassi di crescita attuali e quelli previsti, non sorprende che la crescita della domanda nei mercati emergenti sia riportata come la principale opportunità per le aziende nel 2011. Commenta Girardi: “I mercati emergenti offrono chiaramente un enorme potenziale di crescita, in particolare per le economie basate sulle esportazioni delle risorse e per molte delle economie caratterizzate da una domanda interna matura che ricercano una ripresa basata sulla crescita delle esportazioni sfruttando la debolezza delle valute”. L’innovazione dei prodotti, dei servizi e dei processi operativi e il miglioramento nell’implementazione delle strategie in tutte le funzioni aziendali sono stati identificati come la seconda e la terza più grande opportunità globale di business del 2011 per le multinazionali, riflettendo un rinnovato focus nel rafforzare la competitività e la crescita per il nuovo anno. Gli altri trend identificati come importanti opportunità per i prossimi anni includono la crescita del ruolo delle tecnologie pulite, i nuovi canali di marketing generati dai social media e la crescita delle partnership del settore pubblico-privato.

 

 

 

Top 10 Global Business Risks per il 2011. (tra parentesi le posizioni della classifica 2010)

  1. Compliance a Leggi e Normative (1)
  2. Struttura o dei costi (6)
  3. Ripresa lenta o nuova ricaduta nella recessione (3)
  4. Rischi di mercato (Nuovo)
  5. Pressione sui prezzi (15)
  6. Gestione dei “Talenti” (4)
  7. Accesso al credito (2)
  8. Consenso sociale e responsabilità sociale di impresa (CSR) (9)
  9. Espansione dell’impatto dei governi sull’economia (Nuovo)
  10. Tecnologie emergenti (13)

 

Top 10 Global Business Opportunities per il 2011

  1. Crescita della domanda nei mercati emergenti
  2. Innovazione dei prodotti, servizi e processi operativi
  3. Crescente implementazione della strategia in tutte le funzioni aziendali
  4. Investimenti in Information Technology
  5. Investimenti in energie pulite
  6. Investimenti in processi, strumenti e training per ottenere la massima produttività
  7. Fusioni e Acquisizioni (M&A)
  8. Nuovi canali di marketing
  9. Partnership del settore pubblico-privato
  10. Eccellenza nelle relazioni con gli investitori

 

Metodologia:

Ad un panel di più di 75 esperti del settore e analisti, provenienti da sette settori, è stato chiesto di classificare le principali opportunità e i principali rischi per le aziende nel 2011. Il sondaggio ha coinvolto executive nell’ambito della pianificazione strategica, responsabili di gestione del rischio, membri di consiglio di amministrazione, direttori di funzione, personalità del mondo accademico, consulenti indipendenti e professionisti di EY.

Le classifiche degli intervistati sono state raggruppate per settore e aggregate per stilare la classifica definitiva delle prime dieci opportunità e dei primi dieci rischi per ciascun settore. Le opportunità e i rischi che sono stati classificati di più grande impatto nella maggior parte dei settori e che sono stati identificati come le principali 10 sfide del 2011 per le aziende di tutto il mondo. 

EY 

EY è leader mondiale nei servizi professionali di revisione e organizzazione contabile, fiscalità, transaction e advisory. Il network fornisce anche consulenza legale, nei paesi ove è consentito. In tutto il mondo le nostre 141.000 persone sono unite da valori condivisi e da un saldo impegno costantemente rivolto alla qualità. Facciamo la differenza aiutando le nostre persone, i nostri clienti e la nostra comunità di riferimento ad esprimere pienamente il proprio potenziale.

“EY” indica l’organizzazione globale di cui fanno parte le Member Firm di Ernst & Young Global Limited, ciascuna delle quali è un’entità legale autonoma. Ernst & Young Global Limited, una “Private Company Limited by Guarantee” di diritto inglese, non presta servizi ai clienti. Per maggiori informazioni visiti il nostro sito www.ey.com.

Questo comunicato stampa è stato rilasciato da EYGM Limited, che appartiene al network di EY e che non fornisce servizi ai clienti. 

Per ulteriori informazioni stampa: 

Pleon

Daniela Sarti, Alice Fracassi, Eros Bianchi

tel: 02 0066290

email: team.ey@pleon.com
Web site: http://www.pleon.com