Comunicato stampa

  • Share

Rapid-Growth Markets Forecast: per i 25 paesi campioni della crescita è previsto un +5,4% nel 2013 e un +6,4% nel 2014

  • La crescita sarà concentrata su Asia (+7,0 % nel 2013) e America Latina (+3,8%)
  • La Cina torna a correre: + 8,3% nel 2013 e + 9% nel 2014
  • Il maggiore impulso proverrà dal commercio e dalla domanda di commodities

 

Milano, 11 gennaio 2013 - Migliorano le previsioni economiche per i principali mercati in rapida crescita (RGM1), secondo la nuova analisi Rapid-Growth Markets Forecast di EY diffusa oggi.

Dopo il rallentamento registrato nel 2012, i 25 principali RGM2 oggetto dello studio di EY hanno ripreso slancio con una crescita che si prevede del 5,4% nel 2013 e del 6,4% nel 2014. In particolare:

- gli RGM asiatici faranno segnare una crescita del 7% nel 2013 e del 7.8% nel 2014;

- gli RGM dell’America Latina del 3.8% nel 2013 e del 4.8% nel 2014;

- gli RGM europei, fanalino di coda, del 2.9% nel 2013 e del 4.2% nel 2014.

Cina: la tigre asiatica torna a ruggire

Secondo le previsioni di EY, la crescita in Cina accelererà all’8,3% nel 2013 e al 9% nel 2014. La ripresa dell’economia nel paese inizia ad avere impatti positivi anche sugli altri RGM asiatici: paesi come Corea, Indonesia, Tailandia e Malesia sembrano già beneficiare dei segnali incoraggianti provenienti dall’ex Celeste impero. Secondo le previsioni, infatti, la crescita degli RGM asiatici accelererà al 7,8% nel 2014.

 

La ripresa dell’economia cinese offre notevoli opportunità per i produttori asiatici a basso costo: nel settore tessile, ad esempio, Indonesia, Tailandia e Vietnam cresceranno dal 5% attuale a più del 10% nei prossimi 25 anni.

 

L’Asia Emergente traina gli RGM di Africa e America. Ancora debole la performance attesa dagli RGM europei

La crescita economica di Cina e Asia emergente darà impulso anche agli RGM di America e Africa laddove a beneficiarne saranno in particolare il commercio di cacao e i settori legati a petrolio, minerali ed energia.

 

Il Brasile e l’Argentina (quest’ultima in particolare dal 2014) guideranno la crescita in America Latina. Secondo le stime anche il Messico riporterà risultati positivi, forte anche dei rapporti commerciali con gli Stati Uniti dove la domanda di import è prevista in rialzo nel 2013.

 

In Africa, Ghana e Nigeria cresceranno del 6% o più nel 2013 sostenuti anche da una più forte domanda asiatica di materie prime.

 

Gli RGM europei (e tra questi in particolare Repubblica Ceca e Polonia) scontano ancora la debolezza dell’Eurozona, tanto da far prevedere una crescita limitata al 2.9% nel 2013..

 

Fattori determinanti per la crescita

L’aumento del commercio fra gli RGM stessi, insieme alle politiche monetarie e fiscali meno stringenti in America Latina e Asia, si sono rivelati – con chiari segnali già a fine 2012 – fattori determinanti per la ripresa.

 

Le previsioni mostrano che nel corso dei prossimi 10 anni il commercio bilaterale tra le economie dell’Asia emergente continuerà a crescere, favorito soprattutto dallo sviluppo di una middle-class sempre più ampia ed evoluta che farà riguadagnare slancio ai consumi.

 

Opportunità nell'M&A

In questo scenario EY registra un interesse crescente alle operazioni di fusione e acquisizione su scala globale. Da un lato i grandi gruppi, specialmente europei, risultano particolarmente inclini ad acquisire imprese negli RGM con l’obiettivo di beneficiare della 3 crescita di questi paesi; dall’altro si rileva un fenomeno inverso di M&A originante negli RGM che a loro volta stanno cercando nuove opportunità nei mercati sviluppati, inclusi quelli europei dove la crisi dell’eurozona sta aprendo nuove opportunità di ingresso nel vecchio continente.

 

Donato Iacovone, Managing Partner di EY Med (Italia, Spagna e Portogallo), ha dichiarato: “Gli RGM hanno dato prova di saper resistere alla congiuntura negativa e si confermano le locomotive del mercato globale, laddove le prospettive di sviluppo per le economie più mature continuano ad apparire incerte. E’ nei confronti di questi paesi che le leadership italiane - della politica e dell’industria - devono orientare la loro azione, per crescere nell’export, per cogliere nuove opportunità di acquisizioni e per riuscire ad attirare nel nostro Paese un maggior flusso di investimenti internazionali”.

 

1Rapid Growth Markets

2Argentina, Brasile, Cile, Cina continentale e Hong Kong, Colombia, Repubblica Ceca, Egitto, Ghana, India, Indonesia, Kazakhstan, Corea, Malesia, Messico, Nigeria, Polonia, Qatar, Russia, Arabia Saudita, Sud Africa, Tailandia, Turchia, Ucraina, Emirati Arabi Uniti, Vietnam

 

Note to editors

The quarterly EY Rapid-Growth Markets Forecast is a macroeconomic forecast co-produced with Oxford Economics. It aims to fulfill the need for practical and accessible economic forecasts and insights on the development of 25 rapid-growth countries around the world. These countries have been selected on three key criteria: they should be large, both in terms of GDP and demographics; they should be dynamic, rapidly growing countries; and should be of strategic importance for business development. Our forecast is based on Oxford Economics’ Global Econometric Model and provides both analysis of the implications for corporations doing business in rapid-growth markets and recommendations for decision-makers. Follow the development by tuning in to our quarterly webcast debate and by visiting www.ey.com/rapidgrowth

 

About EY 
EY is a global leader in assurance, tax, transaction and advisory services. Worldwide, our 167,000 people are united by our shared values and an unwavering commitment to quality. We make a difference by helping our people, our clients and our wider communities achieve their potential.

EY refers to the global organization of member firms of Ernst & Young Global Limited, each of which is a separate legal entity. Ernst & Young Global Limited, a UK company limited by guarantee, does not provide services to clients. For more information, please visit www.ey.com.

This news release has been issued by EYGM Limited, a member of the global EY organization that also does not provide any services to clients.

Per ulteriori informazioni si prega di contattare:

Brunswick

Lidia Fornasiero / Natasha Aleksandrov / Chiara Dell'Oro

Tel: +39 02 9288 6200

email: eyitalia@brunswickgroup.com