Comunicato stampa

  • Share

 

Un energico mercato IPO a livello mondiale nel Q1 scandisce il ritmo per il 2010

 

I mercati asiatici continuano a dominare i listini nonostante la ripresa delle IPO in Europa

Milano, 8 aprile 2010 - Le IPO a livello globale nel primo trimestre del 2010 hanno mostrato un miglioramento sostanziale rispetto a quelle del primo trimestre del 2009. Secondo lo studio Q1 2010 Global IPO Update di EY i risultati sono caratterizzati da un mercato asiatico che si conferma robusto e dalla ripresa dei listini europei.

Nel primo trimestre del 2010 ci sono state 267 offerte a livello mondiale per un valore di 53.2 miliardi di dollari, rispetto a 1.4 miliardi di dollari nel primo trimestre del 2009 con sole 52 offerte (il più basso numero di IPO degli ultimi dieci anni). L’Asia ha continuato a registrare una notevole attività nel trimestre in analisi con 166 IPO per un giro d’affari di 35.1 miliardi di dollari, ossia il 66% dei fondi IPO raccolti nell’intero Q1. Nove delle venti più grandi IPO appartengono all’Asia (Cina, Giappone e Corea del Sud).

Gregory K. Ericksen, Global Vice Chair for Strategic Growth Markets di EY ha dichiarato: "L'attività dei mercati emergenti continua ad essere consistente, ma nel primo trimestre abbiamo assistito ad un rilancio delle attività in mercati chiave come Tokyo, Londra, Parigi e Francoforte. Nonostante le preoccupazioni circa le condizioni di volatilità del mercato all'inizio di questo trimestre, con il miglioramento dell'economia globale ci aspettiamo che gli investitori continueranno a tornare nei mercati europei e nordamericani".

Le IPO europee sorpassano quelle degli Stati Uniti
Nonostante a gennaio siano state rinviate un certo numero di quotazioni ad alto profilo, nell’ultima parte del trimestre si è ristabilita fiducia fra gli investitori europei con le tre maggiori offerte dal valore singolo di oltre 900 milioni di dollari. Queste enormi operazioni hanno impattato in modo significativo sul totale dei fondi raccolto di 8 miliardi di dollari, in rialzo del 708% rispetto al primo trimestre 2009 e del 21% rispetto al 4° trimestre 2009. In tutta Europa ci sono state 39 IPO, il numero più alto dal Q4 2007. Anche se le imprese degli Stati Uniti hanno mobilitato capitale per un valore totale di 4.2 miliardi di dollari e hanno registrato 25 offerte, entrambi i valori sono in declino rispetto al Q4 2009.

Il Q1 continua ad aver fame di IPO in Asia
La più grande IPO nel Q1 e degli ultimi due anni è stata Dai-ichi Life Insurance Co Ltd, che si è quotata nella Borsa di Tokyo a Marzo con un valore di 11 miliardi di dollari. Questa è la principale IPO dai tempi dei 19.7 miliardi della IPO di Visa a Marzo del 2008 e la più grande IPO giapponese dalla quotazione di NTT DoCoMo nel 1998. La Cina continua ad essere in testa all'attività economica globale con 109 offerte (pari a oltre il 41% delle offerte totali a livello mondiale) e raggiungendo 19.4 miliardi di dollari (il 37% di fondi raccolti a livello globale). L’India ha concluso il Q1 con 20 IPO che sono comparse sui listini del Bombay Stock Exchange per un valore di 1.2 miliardi di dollari, mentre il Brasile ha condotto 5 operazioni IPO per un totale di 3.3 miliardi di dollari nella borsa locale di Bovespa. 
"Le aziende in rapida crescita dei mercati emergenti continuano a quotarsi nelle loro borse locali. I mercati di scambio in Cina, India e Brasile sono ormai abbastanza maturi per finanziare le più grandi aziende in cerca di listini" ha spiegato Ericksen.

IPO per settore
I settori di punta per fondi raccolti sono stati il settore finanziario (1)  (in particolare le imprese di assicurazione) che ha realizzato 16.4 miliardi di dollari con 16 IPO, il settore dei materiali (2) con 10.2 miliardi di dollari e il settore dell’industria (3) con 7.9 miliardi di dollari. I principali settori per numero di offerte sono stati quello dei materiali (53 offerte), industriale (51 offerte) e delle industrie ad alta tecnologia (4) (38 offerte per un valore di 4.8 miliardi dollari).

Prospettive future 
Ericksen ha concluso "Nel Q2 ci aspettiamo un altro trimestre positivo per il mercato delle IPO in Asia, USA ed Europa. Si prevede una grande ondata di attività. Gli emittenti aspettano la giusta opportunità per completare le quotazioni per spuntare prezzi più vantaggiosi. Grazie alla maggiore stabilità dei mercati globali dei capitali affiancata da un consistente flusso di informazioni e dalla liquidità del mercato, si prevede che nel 2010 le attività di IPO a livello mondiale continueranno ad essere numerose".

(1) Finanziario comprende assicurazioni, broker e banche 
(2) Materiali comprende metalli e minerali, prodotti chimici, materiali da costruzione, contenitori e imballaggi, carta e legno  
(3) Industriale comprende automobili e componenti, edilizia e ingegneria, materiali da costruzione, macchinari industriali, trasporti e infrastrutture  
(4) Alta tecnologia comprende l’elettronica, semiconduttori, software, consulenza e servizi IT

Note dall'editore
EY è l’unica fra le società di servizi professionali alle imprese ad essere dotata di centri di eccellenza dedicati allo studio delle operazioni di IPO in tutto il mondo e fornisce servizi per aiutare imprese a valutare se intraprendere la strada della quotazione.

EY
EY è leader mondiale nei servizi professionali di revisione e organizzazione contabile, fiscalità, transaction e advisory. In tutto il mondo le nostre 144.000 persone sono unite da valori condivisi e da un saldo impegno costantemente rivolto alla qualità. Facciamo la differenza aiutando le nostre persone, i nostri clienti e la nostra comunità di riferimento ad esprimere pienamente il proprio potenziale. Per maggiori informazioni visiti il nostro sito www.ey.com.

“EY” indica l’organizzazione globale di cui fanno parte le Member Firm di Ernst & Young Global Limited, ciascuna delle quali è un’entità legale autonoma. Ernst & Young Global Limited, una “Private Company Limited by Guarantee” di diritto inglese, non presta servizi ai clienti.
Il network di EY è suddiviso in cinque aree geografiche e le aziende possono far parte delle seguenti entità legali: EY Americas LLC, EY EMEIA Limited, EY Far East Area Limited e EY Oceania Limited. Queste entità legali non forniscono servizi ai clienti.

Questo comunicato stampa è stato rilasciato da EYGM Limited, che appartiene al network di EY e che non fornisce servizi ai clienti.


Per ulteriori informazioni stampa:
Pleon
Pietro Barrile (tel. 06 30260341 - 335.8324752)
Alice Fracassi (tel. 02 006629295)
email: team.ey@pleon.com
Web site: http://www.pleon.com