Social Value

A fine 2020, EY Foundation Onlus ha lanciato Social Value, iniziativa di condivisione e selezione di progetti sociali, ambientali, culturali, perfetta sintesi di employee engagement e CSR. Tutti i dipendenti EY sono stati invitati a presentare un progetto di solidarietà che abbia come tema la cultura, i giovani o la sostenibilità ambientale e in risposta al covid, per scegliere insieme quali sostenere attraverso la fondazione.

Massimo Antonelli, CEO EY Italy ha così commentato “Sono orgoglioso di questa inziativa, coerente con la nostra strategia‘Next Wave’: l’ambizione e la strategia di EY per creare un long term value per i nostri clienti, per le nostre persone e per la società in cui operiamo. La nostra strategia ci ha permesso di rispondere prontamente alle sfide imposte dal covid e il nostro purpose Building a better working world non è mai stato così importante”.

L'iniziativa è stata resa possibile grazie al supporto tecnologico dell'EY Nextwave Innovation Med Team e del Team Cognistreamer. EY Cognistreamer è una piattaforma collaborativa, dove tutti noi persone di EY possiamo proporre, contribuire e successivamente esprimere la nostra preferenza per progetti, soluzioni e idee innovative.

Attraverso l'iniziativa Social Value, ogni dipendente di EY Italy, ha avuto la possibilità di:

  • proporre a tutta la popolazione EY Italy un progetto a sostegno delle prossime generazioni o ambiente, in risposta all'emergenza COVID, oppure a supporto di attività culturali, caricandolo sulla piattaforma EY Cognistreamer.
  • votare il proprio progetto preferito, tra quelli proposti, con un 'likes” sulla piattaforma innovativa.

In meno di un mese, EY Foundation ha raccolto 68 progetti, più di 6.000 like sui progetti e più di 3.000 visualizzazioni della pagina Social Value Cognistreamer!

A gennaio 2021, sono gli stessi dipendenti che hanno danno il proprio voto ai 68 progetti presentati e successivamente una giuria tecnica ha valutato i 10 progetti più votati da tutti i dipendenti di EY Italy, assegnando un voto da 1 a 3 per ciascuno dei seguenti criteri:

  • Adattamento strategico: allineamento dei progetti alla missione della Fondazione e alla strategia di responsabilità sociale di EY
  • Insightfull: progetto o iniziativa con un forte contenuto sociale e innovativo
  • Valutazione e monitoraggio: capacità di monitorare gli effetti immediati sui beneficiari selezionati
  • Obiettivi di sviluppo sostenibile: numero di obiettivi di sviluppo sostenibile dell'Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

I 4 progetti vincitori hanno in comune un forte presidio territoriale e il coinvolgimento della community di riferimento. Di seguito i 4 progetti selezionati dalla giuria:

  • 1. C.R.E.IAMOLI!! I ragazzi per lo Zen2 di Associazione Lievito Onlus: in un quartiere denominato Zen a Palermo (Sicilia) caratterizzato da illegalità, degrado, povertà, il progetto promuove un processo di trasformazione a sostegno di giovani e bambini.

    Un progetto per il riscatto e la riqualificazione di un quartiere caratterizzato da illegalità, degrado, povertà, lo Zen2 di Palermo. C.R.E.IAMOLI!! prevede la formazione di un gruppo di 10-15 adolescenti che fanno già parte, come volontari, dell'associazione Lievito, per permettere loro di sviluppare quelle competenze necessarie per lavorare nell'ambito sociale e svolgere attività di sostegno scolastico ai bambini del quartiere.

    Scopri di più

  • 2. One step closer di Portofranco Milano: insieme nell'emergenza educativa offrendo ogni giorno lezioni individuali gratuite a studenti delle scuole medie e superiori con più di 350 volontari tra professori, professionisti e studenti universitari.

    Un progetto di supporto agli studenti delle scuole superiori di Milano e hinterland, in sofferenza scolastica. Portofranco Milano affronta il disagio scolastico degli studenti, offrendo quotidianamente lezioni individuali gratuite con più di 350 volontari fra professori, professionisti e studenti universitari. Un luogo dove i ragazzi possono essere presi sul serio ed essere accolti innanzitutto come persone e che offre loro una compagnia che li aiuti ad essere sè stessi e a vivere anche l’impegno scolastico come occasione di crescita umana. 

    Scopri di più

  • 3. Real Eyes Camp 2021 dell'Associazione Sestero Onlus: un Campus estivo per bambini e ragazzi con disabilità visive.

    Un progetto di un campo estivo rivolto a bambini e ragazzi con disabilità visive, dove vengono stimolati grazie a numerose esperienze di gioco, di svago e di socialità. Il Camp Sestero, ricco di attività sportive, accoglie i partecipanti in un contesto inclusivo in cui vivere realmente il rapporto tra pari, dinamica fondamentale, ma spesso carente in quantità e qualità nella vita delle persone con disabilità visiva.

    Scopri di più

    Dal 12 al 19 giugno 2021, a Tirrenia (PI) si è tenuto il Camp residenziale per bambini e ragazzi ciechi e ipovedenti, organizzato da Real Eyes Sport e reso possibile grazie a EY Foundation Onlus permettendo così all’associazione di trasformare un desiderio in occasione concreta per chi ha una minorazione visiva.

    Il Camp ha coinvolto 42 bambini e ragazzi con disabilità visiva provenienti da tutta Italia e ha avuto come focus l’attività motoria di base, momenti di socialità e momenti ludici e attività in spiaggia e acqua per favorire lo sviluppo di competenze motorie. Per i partecipanti inoltre è stato possibile cimentarsi in molte discipline sportive quali la scherma, il tiro con l’arco, il blind tennis, lo show down, il sup e il surf.

    Il progetto è stato finanziato dalla EY Foundation attraverso l’iniziativa Social Value, che ha permesso di scegliere insieme a tutte le persone di EY, 4 progetti da finanziare tra i molti presentati dai colleghi EY.

    Daniele Cassioli, presidente dell’associazione, atleta non vedente, non nasconde la propria soddisfazione:

    “In questo momento di isolamento continuo in cui anche le certezze più consolidate di questi bambini e delle loro famiglie sono state cancellate dalla pandemia, è bellissimo riuscire a proporre un’attività strutturata che tenga conto delle stringenti norme vigenti e, soprattutto, della disperata necessità di movimento che ha una persona che non vede. Rimanere immobili per mesi rischia di far tornare indietro questi ragazzi, in diverse sfere della loro esistenza. Per me lo sport è stata una salvezza perché mi ha dato consapevolezze motorie, sociali e fisiche e per questo mi batto affinché, la fortuna di incontrare lo sport per chi non vede, non sia casuale ma diventi sistematica e culturalmente contemplata. Sono anche fiero di tutto lo staff che compone la famiglia Real Eyes Sport: segretarie, progettisti, volontari, accompagnatori, sostenitori e amici. Un mix di competenze straordinarie messe al servizio di questi bambini speciali che spesso vivono un approccio alla disabilità esclusivamente assistenzialistico e rischiano di perdere il contatto con la felicità.”

    Aggiunge Riccardo Paternò, Presidente di EY Foundation Onlus:

    “Attraverso l'iniziativa Social Value di EY Foundation Onlus, insieme a tutto il personale di EY in Italia, abbiamo scelto di sostenere il Camp, organizzato in collaborazione con l’ASD Real Eyes Sport. Questo progetto si inserisce perfettamente nella scia dell’impegno che da sempre il network di EY porta avanti con coerenza e dedizione in tema di Diversity and Inclusion. Condividiamo con il progetto questo senso di responsabilità verso i giovani, e siamo orgogliosi di poter contribuire regalando momenti unici e opportunità di crescita e socialità ai bambini, ai ragazzi e alle famiglie che parteciperanno”.

  • 4. ZeroSprechi della cooperativa sociale Namasté: piattaforma di food sharing. L'obiettivo è rafforzare la cultura del cibo, ridurre gli sprechi alimentari, distribuire il cibo ai più bisognosi.

    Un progetto per evitare lo spreco di cibo e condividerlo con i propri vicini, attraverso una piattaforma mobile. Namasté da vent'anni si prende cura delle persone con fragilità (in particolare anziani, minori e persone con disabilità) e sviluppa progetti e servizi sociali e socio-sanitari in stretta alleanza con i soggetti del territorio della provincia di Bergamo. Nell'ultimo anno sono stati recuperati 698 quintali di cibo, in particolare ortofrutta e freschi, ridistribuite ad una 30ina di organizzazioni su base settimanale.

    Scopri di più

Il 15 febbraio 2021 è partita ufficialmente la campagna di crowdfunding che ha visto protagonisti i progetti e gli ambassador aziendali che li hanno presentati e che si sono attivati in prima persona per promuovere la raccolta fondi. 

Grazie al coinvolgimento e all’impegno delle persone di EY e di tanti altri, attraverso la piattaforma italiana di crowdfunding Rete del Dono abbiamo raccolto +52.000 euro.

E oltre alla prima donazione di 40.000 euro, EY Foundation ha integrato la raccolta con +68.000 euro