Comunicato stampa

19 feb 2020

Jie Hui Tan da Singapore è la vincitrice dell’EY Corporate Finance Woman of the Year

Contatto stampa

EY Italy

Multidisciplinary professional services organization

  • Conquistano il podio Pia Jurhar dalla Svizzera e Srishti Bhandari dall’India, rispettivamente seconda e terza classificata
  • L’obiettivo dell’iniziativa è promuovere la diversità di genere in azienda e stimolare le giovani donne a intraprendere una carriera in ambito corporate finance
  • La competizione ha registrato un numero record di adesioni a livello globale con oltre 2.000 candidature

Milano, 12 febbraio 2020. Jie Hui Tan è la studentessa di Singapore che si è aggiudicata la vittoria dell’EY Corporate Finance Woman of the Year 2020. La competizione internazionale - giunta quest’anno alla sua terza edizione e ripresa per la prima volta anche in Italia - è promossa dalla service line Strategy and Transactions (TAS) di EY con l’obiettivo di attrarre i talenti femminili verso una carriera in ambito corporate finance.

Jie Hui Tan parteciperà a uno stage di trenta giorni, che la porterà a visitare diverse sedi di EY nel mondo, lavorando al fianco dei mentor e del team dell’area TAS di EY, in modo da sviluppare ulteriormente le proprie capacità di business, di lavorare in team e di leadership. Pia Jurhar e Srishti Bhandari classificatesi in seconda e terza posizione, avranno l'opportunità di partecipare a un programma di mentoring.

L’iniziativa ha registrato quest’anno un numero record di adesioni, con oltre 2.000 candidate e 228 partecipanti provenienti da 23 paesi in cui EY ha sede, che si sono riunite a Roma per la finale. Attraverso la competizione, le finaliste hanno avuto l’opportunità non solo di approfondire le proprie conoscenze tecniche di finanza aziendale, ma anche di sviluppare competenze più generali come business acumen, leadership inclusiva, comunicazione, problem solving e imprenditorialità.

Inoltre, le finaliste hanno avuto l’opportunità di misurarsi con un caso reale di M&A in collaborazione con Snam, una delle principali società di infrastrutture energetiche al mondo. La sfida ha consentito loro di entrare in contatto con il mondo del corporate finance.

Marco Daviddi, Mediterranean Leader Strategy and Transactions di EY, commenta: “L’affermazione lavorativa e la leadership femminili sono fondamentali per il raggiungimento di più alti livelli di business, soprattutto nell’ambito di TAS. Auguro a tutte le talentuose ragazze conosciute in questa occasione un brillante futuro in Corporate Finance in EY”.

Jie Hui Tan, EY Corporate Finance Woman of the Year 2020, afferma: “Durante la competizione ho sviluppato un’approfondita conoscenza del settore, delle opportunità che può offrirmi e dell'impatto positivo che posso avere sullo stesso. Sono onorata di essere stata selezionata e non vedo l'ora di iniziare la mia esperienza in EY”.

Costruire la futura pipeline di talenti oggi

Secondo i risultati del Global Capital Confidence Barometer, indagine realizzata da EY su base biennale e che coinvolge più di 2.900 dirigenti in 47 paesi, quasi i due terzi degli intervistati (61%) hanno difficoltà a reperire sul mercato talenti con le adeguate capacità.

Francesca Giraudo, HR Director di EY, commenta: “Sono molto onorata di dare il benvenuto a queste ragazze. La nostra ambizione è quella di attirare e reclutare i migliori talenti, come queste giovani donne che aspirano ad una carriera in Corporate Finance. Attraverso questa iniziativa, EY dà un grande contributo alla presenza di donne nel mondo del business, puntando sulla diversità di competenze e di abilità, come lo STEM e le soft skills”

L’iniziativa ha portato a un aumento delle assunzioni femminili

Dall’avvio dell’iniziativa (tre anni fa), l’area TAS di EY ha registrato un costante aumento del numero di assunzioni di profili femminili entry level.