Comunicato stampa

4 mar 2024 Milano, IT

EY consolida la presenza su Roma: 700 nuovi ingressi previsti entro giugno nella sede romana e 2000 nei prossimi tre anni

Contatto stampa
EY Italy

Multidisciplinary professional services organization

Nuove assunzioni sul territorio e iniziative per i giovani: oggi presso La Sapienza si parla di leadership, tema al centro della quarta tappa di “RiGenerazioni”, una serie di incontri organizzati da EY per ascoltare le nuove generazioni e guardare al futuro con i loro occhi

Roma, 4 marzo 2024EY, leader mondiale nei servizi professionali e di consulenza, presente nel mondo con oltre 300mila persone di cui 8500 in Italia, continua il suo impegno per lo sviluppo della Regione Lazio, in ecosistema con istituzioni, realtà accademiche e aziende, e sempre più con il supporto e il contributo dei giovani talenti grazie a nuove iniziative e assunzioni pensate in particolare per la Generazione Z.                Tra i professionisti EY che oggi operano sede di Roma, si contano ad oggi oltre 2000 persone di cui circa il 50% è rappresentato da professioniste donne. A dimostrazione dell’impegno di EY nel rendere il mondo del lavoro sempre più inclusivo anche nei confronti delle nuove generazioni, la sede romana conta oltre il 50% di giovani under 30 mentre oltre il 25% della Generazione Z, con un’età media di circa 30 anni.

Guardando al futuro, EY è sempre alla continua ricerca di talenti e nuove risorse: da qui a fine giugno si stimano 700 nuovi inserimenti nella sede di Roma, e in particolare nelle aree specializzate in consulenza, technology, servizi fiscali e di audit. Sul lungo periodo, EY punta a rafforzare la propria presenza sul territorio prevendo circa 2000 nuovi ingressi nei prossimi tre anni. Dati e percentuali che riflettono la forte expertise economica-finanziaria del territorio e, di conseguenza, i profili maggiormente richiesti sul mercato del lavoro.

A dimostrazione dell’impegno nei confronti del territorio e delle nuove generazioni, EY ha selezionato come quarta tappa del proprio roadshow universitario proprio La Sapienza, coinvolgendo docenti, studentesse e studenti nel quarto appuntamento di questa serie di dialoghi attivi pensati per ricostruire il futuro. Ai giovani dell’università è stato chiesto un punto di vista in merito al tema della leadership e, in particolare, all’evoluzione che la figura del leader ha avuto negli ultimi tempi passando da una concezione autoritaria ad una leadership che trasmette e traduce le priorità strategiche e valoriali, quali fiducia, benessere e inclusività, ai propri collaboratori in modo da esprimere le proprie potenzialità e crescere grazie alla formazione.

Il mondo in cui viviamo è così interconnesso e in continua trasformazione che anche la parola leadership è cambiata notevolmente, assumendo una connotazione sempre più poliedrica e innovativa rispetto ad anni fa. La leadership trasformativa, infatti, propone una cultura aziendale dove le persone hanno un ruolo centrale e dove fiducia, responsabilità, coraggio e autenticità vengono reciprocamente trasmesse. Dal sondaggio realizzato da SWG per EY emerge che la maggioranza dei giovani intervistati ha trovato figure d’ispirazione in contesti legati all’istruzione (40%) e sul luogo di lavoro (32%), ma il profilo del leader, autorevole e non autoritario a cui chiedere e offrire fiducia, è stato incontrato solo a volte nel loro percorso. Ecco perché, a partire dalla nostra sede di Roma dove siamo presenti oggi con oltre 2000 persone e puntiamo all’inserimento di altre 700 risorse entro fine giugno e 2000 nei prossimi tre anni, vogliamo guardare soprattutto alle nuove generazioni, a ciò che per loro è importante ritrovare nell’attività lavorativa, a come possiamo supportarle per affrontare le sfide del futuro, trasformandole in opportunità di crescita
Massimo Antonelli
CEO EY Italy e Chief Operating Officer EY Europe West

Si tiene oggi, infatti, la quarta tappa di “RiGenerazioni”, il roadshow universitario pensato da EY e dedicato agli studenti tra i 18 e i 25 anni di cinque università italiane che vede il CEO di EY Italia, Massimo Antonelli, impegnato in una campagna di ascolto dei giovani, per cercare di guardare al futuro con i loro occhi. Le nuove generazioni, infatti, sono al centro delle trasformazioni che stiamo vivendo ed è importante che siano protagoniste nella creazione, nella ri-generazione, appunto, di questo futuro.

Tra i progetti in corso nell’ambito della formazione e rivolti ai giovani, la EY Foundation Ente Filantropico T.S. sostiene il progetto G4GRETA (Girls for Green technology Applications) promosso dall’università La Sapienza che ha l’obiettivo di  orientare un maggior numero di ragazze verso studi in ambito ICT (Information and Communication Technology) sottolineando le possibilità dell’uso delle tecnologie dell’ICT applicate nell’ambito della sostenibilità, e mostrando come queste tecnologie possano contribuire alla salvaguardia del Pianeta.

La partecipazione di EY e di EY Foundation al progetto G4GRETA rientra nel programma globale di Corporate Responsibility di EY denominato EY Ripples, progetti di volontariato aziendale attraverso cui tutte le persone di EY possono mettere a disposizione pro-bono le proprie competenze a favore della comunità, durante l’orario di lavoro. In Italia, solamente nel 2023, più di 1800 persone di EY hanno contributo come volontari agli EY Ripples che hanno impattato positivamente la vita di circa 800 mila persone.

Tutti i dettagli del progetto sono disponibili qui.